Credito agevolato

FIN005 259x195

A seguito della crisi economica e dei nuovi parametri di valutazione del Rating , stabiliti con l’accordo tra le Banche Centrali Europee definito come “ Basilea 3 “ circa l’80 % delle PMI non presenta i necessari requisiti di Merito Creditizio  per accedere al 

» Leggi di più

Finanza Agevolata

FIN001

Le normative in materia di Finanza Agevolata per l’impresa, Comunitarie, Nazionali e Regionali sono molteplici e coprono tutti i settori di attività.

Finanziamenti Regionali

PON - PSR - Artigianato

 » Leggi di più

Marketing

MARKETING 259x195

Philip Kotler guru del management fornisce una definizione semplice ed esplicativa: "Il marketing consiste nell’individuazione e nel soddisfacimento dei bisogni umani e sociali
Oggi il termine marketing non

» Leggi di più

Consulenza Strategica

ConsulenzaStrategica 259x195

I Consulenti PRISMA Studio svolgono una attività di Analisi mirata ai principali elementi di valutazione :
Strategie di risanamento e sviluppo   (conseguire performance superiori)
Controllo Strategico e di

» Leggi di più

UniCredit Start Lab 2018: programma di accelerazione a sostegno di Startup e PMI innovative

 

Oltre 3.400 progetti imprenditoriali analizzati fino a oggi, quasi 200 le realtà imprenditoriali supportate, oltre 450 le aziende coinvolte in incontri one2one con le startup, 21 i progetti di open innovation decollati

Sono alcuni dei numeri di UniCredit Start Lab che ha  aperto le candidature per la sua quinta edizione, confermandosi come una delle migliori iniziative di supporto a startup e pmi innovative italiane.

UniCredit Start Lab è un programma di accelerazione, nato per sostenere i giovani imprenditori, l’innovazione e le nuove tecnologie.

Il programma offre diversi tipi di affiancamento e supporto alla startup, con un approccio concreto che guarda direttamente al mercato. Sono previste attività di mentoring e di sviluppo del network, assegnazione di premi in denaro, training manageriale e servizi bancari ad hoc.

I 4 settori d’interesse del programma

  • Innovative Made in Italy: categoria in cui si ricercheranno aziende ad alto potenziale in settori chiave dell’imprenditoria italiana come l’agrifood, la moda, il design, le nanotecnologie, la robotica, la meccanica e il turismo;
  • Digital: rientreranno in questa classe le aziende e idee imprenditoriali relative a sistemi cloud, hardware, app mobile, internet of things, servizi e piattaforme B2B e fintech;
  • Clean Tech: sarà l’ambito d’azione dei business plan inerenti soluzioni per l’efficienza energetica, le energie rinnovabili, la mobilità sostenibile e il trattamento dei rifiuti;
  • Life Science: categoria all’interno della quale si individueranno i progetti più importanti in tema di biotecnologie e farmaceutica, medical device, digital health care e tecnologie assistive.

I Servizi messi a disposizione da UniCredit:

  • servizi di networking, anche in digitale attraverso una piattaforma dedicata a incontri all’insegna dell’open innovation con potenziali investitori e aziende corporate (anche clienti della banca) per partnership industriali, tecnologiche, commerciali e strategiche;
  • servizi di mentoring, con l’assegnazione di un gestore UniCredit dedicato sul territorio per esigenze bancarie e almeno 4 incontri durante l’anno con imprenditori e professionisti qualificati, partner di UniCredit, per confronti periodici su aspetti strategici e di crescita aziendale;
  • servizi di training manageriale, grazie alla quinta edizione della Startup Academy, che anche quest’anno sarà realizzata con il coinvolgimento di partner primari del mondo dell’imprenditoria italiana e internazionale e della comunicazione;
  • un grant in denaro da 10.000 euro per il progetto a più alto potenziale in ciascuna categoria (per un totale di 4 grant)
  • utilizzo degli spazi del Business Center UniCredit di Milano come Working Area.

Criteri di Valutazione dei Progetti

Gli elementi che saranno presi in considerazione per la valutazione dei migliori progetti sono:

  • il team proponente (vale il 20% del punteggio)
  • l’innovatività del progetto (40%)
  • il mercato di riferimento (25%)
  • le informazioni relative alle principali metriche economiche attese (15%)

Naturalmente si rende obbligatorio presentare un adeguato Business Plain.

Scadenza Iscrizioni al Programma 

  • 9 aprile 2018

 

 

BONUS CASA - AGEVOLAZIONI E RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: pubblicata la nuova guida 2018.

 

IL Bonus Casa comprende diverse Tipologie di Intervento sugli Immobili residenziali ed è stato prorogato al 31 dicembre 2018 . Data lìarticolazione del provvedimento rendiamo disponibile ai ns Utenti la Guida Completa al link in calce, al termine dell'Articolo.

In Primis, consente la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie e per l'acquisto di mobili e di elettrodomestici.

Inoltre gli interventi di riqualificazione energetica possono godere della detrazione fino al 65%.

L’AGEVOLAZIONE FISCALE SUGLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 e consiste in una detrazione dall’ Irpef del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2018 è possibile usufruire di una detrazione più elevata (50%) e il limite massimo di spesa è di 96.000 euro.
La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

E'  altresì prevista una detrazione Irpef, entro l’importo massimo di 96.000 €, anche per chi acquista fabbricati a uso abitativo ristrutturati purchè l'impresa provveda entro 18 mesi dalla data di termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell'immobile. Va segnalato che :

  • Indipendentemente dal valore degli interventi eseguiti, l’acquirente o l’assegnatario dell’immobile deve comunque calcolare la detrazione su un importo forfetario, pari al 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell’abitazione (comprensivo di Iva).
  • Anche questa detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

 

SCARICA LA NUOVA GUIDA

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Ristrutturazioni+edilizie+it/Guida_Ristrutturazioni_edilizie_2018.pdf

 

 

Finanziamenti per  la nascita e lo sviluppo di società cooperative  di piccola e media dimensione.

 

Con l'Obiettivo di favorire la crescita economica del Paese, il MISE ha predisposto un apposito regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative  di piccola e media dimensione.

Tale intervento si affianca a quello previsto dalla Legge 49/85, cosiddetta legge Marcora, prevedendo la concessione di un finanziamento agevolato alle società cooperative nella quali le società finanziarie partecipate dal MiSE, Soficoop sc e CFI Scpa, hanno assunto delle partecipazioni ai sensi della predetta legge Marcora.

L'intervento agevolativo prevede, quindi, che il finanziamento agevolato sia affiancato dalla partecipazione delle predette società finanziarie ai sensi della legge Marcora, al fine di assicurare al "piano d'impresa" delle società cooperative un'adeguata ed equilibrata copertura finanziaria, sia in termini di mezzi propri sia di indebitamento a medio lungo termine. ( c.d. Nuova Marcora )

Possono presentare la domanda di partecipazione le società cooperative di nuova costituzione o già costituite da:

  • Lavoratori impiegati presso aziende in crisi;
  • Società cooperative sociali finalizzate all'integrazione lavorativa e sociale di persone svantaggiate;
  • Cooperative che gestiscono aziende confiscate alla criminalità organizzata;
  • Solo per il Mezzogiorno: oltre a quanto già previsto per tutta Italia, anche sviluppo o ristrutturazione di società cooperative esistenti e possibilità di accedere alla domanda Resto al Sud 2018!

Per la concessione dei finanziamenti agevolati le risorse ammontano, complessivamente, a circa 9,8 milioni di euro.

Per accedere alle agevolazioni finanziarie, le società cooperative devono presentare la seguente documentazione:

  • Modello di domanda di finanziamento agevolato.
  • Piano di investimento
  • Per le richieste di finanziamento agevolato pari o superiori a 150 mila euro, occorre, allegare la dichiarazione del legale rappresentante in merito alle informazioni antimafia.
  • Le società cooperative che intendono partecipare al bando devono essere costituite da non più di 24 mesi alla data della richiesta di finanziamento.

I finanziamenti agevolati hanno una durata massima di 10 anni, sono regolati a un tasso di interesse pari al 20% del tasso comunitario di riferimento e hanno un importo massimo non superiore a 4 volte il valore della partecipazione detenuta dalla società finanziaria nella società cooperativa beneficiaria (importo comunque non superiore a euro 1.000.000,00).

Presentata la domanda, le suddette società finanziarie del MISE, valutano i requisiti ed il piano di investimento della cooperativa, entro 90 giorni dalla data di invio della relativa documentazione, oltre eventuali 30 giorni in caso siano necessarie informazioni più dettagliate.

Al termine di detta procedura, in caso di esito positivo, viene redatta una relazione istruttoria, secondo le disposizioni Ministero dello Sviluppo contente la misura dell'agevolazione, quindi l'importo finanziato, la sua durata e il numero di rate del piano di ammortamento.

La richiesta di finanziamento agevolato e la relativa documentazione devono essere presentate alle Società finanziarie, esclusivamente attraverso posta elettronica certificata.

 

 

 

Finanziamenti a medio e lungo termine per le PMI

 

Si tratta di finanziamenti a medio e lungo termine per le piccole e medie imprese, che beneficiano della provvista BEI (Banca Europea degli Investimenti).

BENEFICIARI

Il credito è destinato alle PMI operanti nei settori:

  • dell’industria
  • del commercio
  • del turismo
  • dei servizi
  • dell’agricoltura
  • dell’artigianato

VANTAGGI

Fondi per finanziare fino al 100% del costo progetti di sviluppo, durata del periodo di ammortamento da un minimo di 2 anni fino a un massimo di 10, risparmio fiscale sui fondi richiesti. 

  • Si tratta di finanziamenti a tassi favorevoli ed esenti dall’imposta sostitutiva dello 0,25%.

SPESE FINANZIABILI

  • le spese relative a progetti d’investimento sul territorio nazionale,
  • nuove opere e ristrutturazioni,
  • programmi di ricerca e sviluppo diretti a innovazioni di prodotto o processo.
  • I finanziamenti sono erogati anche per il sostegno del capitale circolante

Sono esclusi acquisti di terreni e operazioni di natura meramente finanziaria.

FORMA TECNICA

  • durata: da 24 a 120 mesi, rate: trimestrali o semestrali; 
  • importo: da un minimo di 20.000 euro a un massimo di 12.500.000  €, sino al 100% del progetto;
  • tasso: variabile (Euribor 3 mesi + spread in base classe di merito attribuita al Cliente). 
  • I finanziamenti verranno erogati sia per nuovi progetti che per attività già in corso, a piccole e medie imprese e imprese a media capitalizzazione.
  • I progetti delle PMI potranno inoltre accedere alla garanzia del Fondo Centrale di Garanzia di cui alla L.662 ma anche alla garanzia del FEI riservata alle imprese innovative o che denotano l’orientamento delle stesse alla Ricerca, Sviluppo ed Innovazione. 

 

 

 

Agevolazioni a favore delle Pmi per l’estensione all’estero  del  Brend.

 

Operativo da mercoledì 7 marzo, lo Sportello per la presentazione delle domande del Bando Marchi +3  / MISE , dotato di un budget di 3.825.000 euro.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni previste le PMI con sede legale ed operativa in Italia, che siano titolari del marchio oggetto della domanda di accesso alla misura.

I richiedenti, a decorrere dal 10 giugno 2016 e comunque in data antecedente alla presentazione della domanda di agevolazione, devono aver effettuato almeno una delle seguenti attività:

  • depositato domanda di registrazione presso Euipo di un marchio e pagato le relative tasse
  • depositato domanda di registrazione presso Ompi di un marchio registrato a livello nazionale presso Uibm o di un marchio dell’Unione Europea registrato presso Euipo
  • depositato domanda di registrazione presso Ompi di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso Uinm o presso Euipo
  • depositato domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso Ompi.

Spese finanziabili

  • progettazione del marchio
  • assistenza per il deposito 
  • ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare
  • assistenza legale per azioni di tutela del marchio
  • tasse di deposito

Contributo

L’agevolazione è concessa fino all’80 % (elevato a 90 per Usa o Cina) delle spese ammissibili.

Il Contributo erogabile, a fondo perduto, può raggiungere l’importo complessivo di 8mila euro.

Scadenze

Sportello Aperto Fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

Mission

La nostra Mission si esprime in un concetto semplice: Supportare le fasi di crescita della Vostra Azienda

Nell’era della Globalizzazione la spietata competizione dei mercati Asiatici ed Internazionali non consente alle PMI, in particolar modo nelle Aree 

» Leggi di più

Dove Siamo

Contatti

PRISMA Studio 
Credito & Finanza Agevolata 
Via Partenio, 12 - Avellino

Mobile
(+39) 329 2251266

E-mail
segreteria@prismasas.com