Credito agevolato

FIN005 259x195

A seguito della crisi economica e dei nuovi parametri di valutazione del Rating , stabiliti con l’accordo tra le Banche Centrali Europee definito come “ Basilea 3 “ circa l’80 % delle PMI non presenta i necessari requisiti di Merito Creditizio  per accedere al 

» Leggi di più

Finanza Agevolata

FIN001

Le normative in materia di Finanza Agevolata per l’impresa, Comunitarie, Nazionali e Regionali sono molteplici e coprono tutti i settori di attività.

Finanziamenti Regionali

PON - PSR - Artigianato

 » Leggi di più

Marketing

MARKETING 259x195

Philip Kotler guru del management fornisce una definizione semplice ed esplicativa: "Il marketing consiste nell’individuazione e nel soddisfacimento dei bisogni umani e sociali
Oggi il termine marketing non

» Leggi di più

Consulenza Strategica

ConsulenzaStrategica 259x195

I Consulenti PRISMA Studio svolgono una attività di Analisi mirata ai principali elementi di valutazione :
Strategie di risanamento e sviluppo   (conseguire performance superiori)
Controllo Strategico e di

» Leggi di più

 

XI Premio Best Practices per l’Innovazione 12-13 Dicembre- Salerno

 

Il “Premio Best Practices per l’Innovazione” è un’iniziativa che ha l’obiettivo di diffondere la cultura dell’innovazione, promuovendo innovazioni di prodotto e processo realizzate da Start up innovative.

L’iniziativa, promossa da Confindustria Salerno con il supporto di Sviluppo Campania, è giunta alla sua XI edizione. Nei giorni 12 e 13 dicembre 2017, presso la Stazione Marittima di Salerno, si terrà l’evento finale di questa edizione.

Durante le due giornate i partecipanti avranno la possibilità di presentare la propria case history ad una platea di imprenditori, influenzatori, investitori, e sviluppare relazioni all’interno del “networking” del Premio finalizzate a:

• attivazione di collaborazioni e partnership;
• accesso a nuovi mercati e canali di finanziamento;
• raccolta di capitali;
• creazione di relazioni sui mercati nazionali ed internazionali;
• visibilità mediatica;
• possibilità di accesso ai principali incubatori ed accelerazioni nazionali.

Due, in particolare, le sezioni in cui è possibile presentare il proprio progetto:

  • “Imprese e spin-off” 
  • “Sezione uP sTart”.

Nella sezione “Imprese e spin-off” possono presentare la propria candidatura i seguenti soggetti:

• aziende di servizi per progetti realizzati per propri clienti privati e/o pubblici;
• imprese manifatturiere, per innovazioni interne di processo e/o prodotto;
• associazioni/fondazioni di interesse socio-economico;
• spin-off accademici.


Nella sezione “uP sTart” possono presentare la propria candidatura i seguenti soggetti:
• singoli individui o team proponenti idee d’impresa;
• startup iscritte massimo da 36 mesi nell’apposito registro camerale;
• startup innovative di cui al D.L. 179/2012.

Per partecipare all’iniziativa è necessario  inviare tutta la documentazione richiesta entro e non oltre il giorno 16 novembre 2017

 

Maggiori Info presso i nostri Uffici

 

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI

 

La misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila €, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Le risorse finanziarie disponibili per la concessione del Voucher  sono pari ad euro 100.000.000,00

Il voucher è utilizzabile per l'acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l'efficienza aziendale;
  • modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Ogni PMI può beneficiare di un solo voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili. 

Le spese Ammissibili devono presentare i seguenti requisiti :

  • essere avviate successivamente alla prenotazione del Voucher. Per data di avvio si intende la data del primo titolo di spesa ammissibile;
  • essere ultimate non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento
    Per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile, ancorché pagato successivamente
  • essere relative a beni nuovi di fabbrica acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato
  • nel caso di spese per servizi di consulenza specialistica o di formazione qualificata, essere relative a prestazioni svolte nel periodo di svolgimento del progetto

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

  • Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda.
  • Per l'accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella PEC attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.
  • Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l'indicazione delle imprese e dell'importo dell'agevolazione prenotata.

La richiesta di erogazione va presentata dalla PMI avente diritto entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese.

Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda.

 

Maggiori info presso i ns Uffici

 

 

Smart & start Italia - Modifiche agli incentivi

Smart & Start Italia finanzia le start-up innovative , iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese,  che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo.

Nuove modalità di rendicontazione, ampliamento della platea dei destinatari, finanziamento per le attività di marketing e marchi e proroga per l’iscrizione al registro speciale delle imprese, queste alcune delle novità introdotte dal Decreto Mise del 9 agosto 2017,  a sostegno delle startup innovative.

Queste le novità rilevanti:

  • PER RICHIEDERE LE AGEVOLAZIONI NON SARÀ NECESSARIO AVER GIÀ COSTITUITO LA SOCIETÀ:
  • possono accedere a Smart&Start Italia anche persone fisiche (compresi i cittadini stranieri in possesso del "visto start-up") che intendono costituire una start-up innovativa.
  • La costituzione della nuova società sarà richiesta, infatti, solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.
  • Possono ottenere le agevolazioni Smart&Start Italia anche le imprese straniere, che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.

Alcune delle principali condizioni stabilite dal D.L. 179/2012 circa la "qualifica " di Start up innovativa 

  • l’impresa deve essere costituita da non più di 48 mesi ed avere la forma della società di capitali
  • il valore della produzione annuo non deve essere superiore a € 5 milioni
  • l’oggetto sociale prevalente deve prevedere lo sviluppo, la produzione o commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad elevato valore tecnologico
  • l’impresa deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:
  • -   costi in ricerca e sviluppo pari almeno al 15% del maggiore valore tra costo e valore della produzione
  • -   almeno 1/3 del personale con esperienza pluriennale di ricerca o dottorato
  • -   (o in alternativa i 2/3 del personale in possesso di laurea magistrale)

Ammissibili 

  • programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 mil  di euro (al netto dell’iva).

Agevilabili spese in 

  • impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica;
  • componenti hardware e software;
  • brevetti e licenze;
  • certificazioni
  • progettazione, sviluppo e collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi
  • consulenze specialistiche tecnologiche

La Misura riconosce un mutuo senza interessi della durata massima di 8 anni di valore pari al 70% delle spese ammissibili.

  • L’importo del finanziamento agevolato è pari all’80% delle spese ammissibili nel caso in cui la  società sia interamente costituita da donne o da under 36 oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca (o equivalente) da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.

Per le start up con sede in Campania ( e Aree svantagiate ) è previsto un contributo a fondo perduto pari al 20% del mutuo.

Sono altresì Ammessi a Finanziamento i seguenti Costi di Gestione :

  • interessi sui finanziamenti esterni concessi all’impresa
  • quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature
  • costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori aventi i requisiti indicati all’articolo 25, comma 2, D.L. 179/2012
  • licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà industriale
  • licenze relative all’utilizzo di software
  • servizi di incubazione e di accelerazione di impresa

Smart & Start Italia è una misura a sportello, le richieste verranno esaminate in base all’ordine di arrivo e non ci sono graduatorie.

 

Maggiorri Info presso i ns Uffici

Avviso agli Operatori del settore agroalimentare

La Direzione generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione Campania ha intenzione di partecipare alla manifestazione GUSTUS, attraverso uno stand espositivo nel quale verranno ospitati operatori del comparto agroalimentare con sede in Campania.

La manifestazione, a forte caratterizzazione business, si rivolge alle aziende dell'intera filiera dell'alimentare e del beverage, della gastronomia, delle conserve, della nutrizione biologica e controllata e sarà visitata da  buyers nazionali ed internazionali, da hotel e catene alberghiere, ristorazione collettiva e catering, gestori di ristoranti e bar, operatori GDO, blogger, giornalisti di settore.

Ogni azienda selezionata avrà a disposizione una postazione/desk con servizi specifici comuni, deposito comune e assistenza in loco.

Per la partecipazione nella collettiva campana non è prevista alcuna quota da parte delle aziende partecipanti.

Di seguito le filiere produttive ammesse:

  • enologica
  • lattiero-casearia
  • conserve
  • pasta artigianale, dolciaria e prodotti da forno
  • olivicolo-olearia
  • ortofrutta e frutta secca
  • varie.

Gli operatori interessati dovranno far pervenire, entro le ore 13.00 del 31 ottobre 2017 la manifestazione di interesse allegata, opportunamente compilata, all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La partecipazione a Gustus 2017, nelle more della definizione formale dell'Amministrazione Regionale di adesione all'evento - è riservata alle aziende enogastronomiche che hanno sede operativa in Campania, regolarmente iscritte alla CCIAA di competenza.

Nel caso pervenisse un numero di adesioni superiori alla disponibilità, sarà effettuata una selezione delle imprese, tenendo conto della:

  • potenzialità strutturale e commerciale;
  • affidabilità professionale rapportata a precedenti partecipazioni ad eventi;
  • assortimento merceologico
  • Le aziende che aderiscono ad un consorzio di tutela DOP o IGP a parità di punteggio avranno la priorità. 

Le domande di partecipazione saranno vagliate dalla Direzione Generale Agricoltura.

Istanza di Partecipazione al link 

http://www.agricoltura.regione.campania.it/fiere/pdf/gustus-2017.pdf

 

Maggiori Info presso i ns Uffici 

 

CAMPANIA, PSR 2014/2020: approvato il Bando per il Progetto Integrato Giovani tipologie 4.1.2 e 6.1.1 con 140 milioni di risorse dedicate.

 

BANDO PROGETTO INTEGRATO GIOVANI

TIPOLOGIA DI INTERVENTO 4.1.2

  • Investimenti per il ricambio generazionale nelle aziende agricole e l’inserimento di giovani agricoltori qualificati

TIPOLOGIA DI INTERVENTO 6.1.1

  • Riconoscimento del premio per i giovani agricoltori che per la prima volta si insediano come capo d’azienda.

FINALITÀ

Il Progetto integrato giovani rappresenta una modalità di attuazione integrata che consente ai richiedenti di poter accedere in maniera semplificata, dal punto di vista procedurale, alle due tipologie di intervento (6.1.1 e 4.1.2) per ricevere assieme al premio di insediamento anche il sostegno finanziario necessario per il raggiungimento degli obiettivi definiti dal Piano di Sviluppo Aziendale.

La tipologia di intervento si applica su tutto il territorio regionale della Campania

Si specifica che i terreni dell’azienda agricola richiedente devono essere ubicati per oltre il 50% della SAT nel territorio regionale e le particelle catastali sulle quali si prevede di realizzare gli investimenti fissi devono ricadere interamente nel territorio regionale.

La Dotazione finanziaria per l’attuazione della tipologia di intervento prevista dal presente bando è fissata in euro 140.000.000,00 (centoquarantamilioni) di cui:

  • euro 50.000.000,00 (cinquantamilioni) a valere sulle disponibilità finanziarie della tipologia 6.1.1
  • euro 90.000.000,00 (novantamilioni) a valere disponibilità finanziarie della tipologia 4.1.2.

INTERVENTI

Il progetto integrato giovani prevede la concessione di un premio di insediamento e la concessione di aiuti finanziari per la realizzazione di investimenti:

  • costruzioni o miglioramento di beni immobili,
  • acquisti di nuovi macchinari, attrezzature, programmi informatici, brevetti e licenze

necessari per l’attuazione di un Piano di Sviluppo Aziendale, finalizzati 

  • al miglioramento/realizzazione delle strutture produttive aziendali,
  • all’ammodernamento/completamento della dotazione tecnologica,
  • al risparmio energetico.

BENEFICIARI

Giovani di età non superiore a quaranta (40) anni (quarantuno anni non compiuti) al momento della presentazione della domanda di sostegno, in possesso di adeguate qualifiche e competenze professionali, che per la prima volta si sono insediati in un’azienda agricola in qualità di capo azienda, assumendone la relativa responsabilità civile e fiscale e che presentano un piano di sviluppo aziendale.

  • Per “insediamento” s’intende l’acquisizione di un’azienda agricola da parte del giovane agricoltore che, in qualità di unico capo azienda, ne assume per la prima volta la responsabilità civile e fiscale della gestione aziendale.

Pertanto, il processo di insediamento si intende iniziato con l’iscrizione alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura (CCIAA) e deve avvenire entro i diciotto (18) mesi precedenti la data di presentazione della domanda di sostegno.

  • Tale processo comporta in ogni caso anche l’apertura della P.IVA e l'iscrizione all'INPS                                                                        Titoli Professionali riconosciuti 
  • diploma di laurea (specialistica/ magistrale/triennale) in Scienze agrarie, Scienze forestali, Scienze delle tecnologie alimentari, Medicina veterinaria, Scienze delle produzioni animali o lauree ad esse equipollenti
  • diploma di scuola secondaria ad indirizzo agrario
  • attesto di frequenza con profitto di un corso di formazione in agricoltura della durata minima di 100 ore organizzato dalla Regione Campania nell'ambito della Misura 4.16 del POR CAMPANIA 2000/2006 e/o della Misura 111 del PSR 2007-2013.

L’AZIENDA NELLA QUALE SI INSEDIA IL GIOVANE AGRICOLTORE NON DEVE DERIVARE 

  • dalla suddivisione, successiva al 1.1.2016, di un'azienda preesistente in ambito familiare, ossia di proprietà di soggetti parenti fino al 1° grado (genitori), fatti salvi i casi di suddivisione a seguito di successione " mortis causa" (come da allegato n. 11);
  • da passaggio di titolarità, anche per quota, tra coniugi se il coniuge cedente eserciti attività agricola oppure ha esercitato attività agricola 24 mesi prima della data di presentazione della domanda di sostegno;
  • dalla costituzione ex novo di società tra coniugi, di cui uno sia già titolare di azienda agricola individuale ovvero sia socio di una società agricola che confluisca nella costituenda società o che conferisca, alla costituenda società, la totalità o parte dei terreni.

Le società di persone e le società cooperative devono essere costituite per almeno il 51% da soggetti con età anagrafica non superiore a 40 anni - ossia 41 anni non ancora compiuti.

I Business Plan presentati dall'Azenda richiedente le agevolazioni, possono riguardare esclusivamente le attività di produzione, di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti agricoli appartenenti all'Allegato I del TFUE e di seguito elencati:

- carni e altri prodotti primari di origine animale;
− latte; uve; olive; cereali;
− legumi; ortofrutticoli;
− fiori e piante; piante officinali e aromatiche;
− miele e altri prodotti dell’apicoltura;
− colture industriali (compreso colture tessili e escluse quelle per la produzione        di biomassa);
− piccoli frutti e funghi;
− tabacco;
− foraggi

SPESE AMMISSIBILI

Risultano ammissibili al sostegno esclusivamente le seguenti voci di spesa:

  • costruzioni/ristrutturazioni di immobili produttivi 
  • acquisto di macchinari ed attrezzature per la realizzazione delle produzioni aziendali e la prima lavorazione, trasformazione e commercializzazione
  • la realizzazione/razionalizzazione di impianti di fruttiferi;
  • la realizzazione degli elementi strutturali per la gestione dei pascoli aziendali;
  • la sistemazione dei terreni aziendali allo scopo di evitare i ristagni idrici e
    l’erosione del suolo;
  • recinzioni;
  • realizzazioni di impianti anticracking, impianti antibrina,
  • impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili
  • acquisto di programmi informatici e di brevetti/licenze 

CONTRIBUTO

Per l’attuazione del progetto integrato giovani sono previsti i seguenti incentivi:

  • premio di insediamento;
  • contributo finanziario 

Il premio di insediamento per le aziende ricadenti nei territori delle macroaree C e D è fissato in euro 50.000,00; per quelle ricadenti nei territori delle macroaree A e B è fissato in euro 45.000,00.

LA PERCENTUALE DI SOSTEGNO È PARI AL 100% DEL CONTRIBUTO PUBBLICO.

DOMANDA

il termine ultimo è fissato al 28 febbraio 2018.

 

Maggiori Info presso i ns Uffici

 

Mission

La nostra Mission si esprime in un concetto semplice: Supportare le fasi di crescita della Vostra Azienda

Nell’era della Globalizzazione la spietata competizione dei mercati Asiatici ed Internazionali non consente alle PMI, in particolar modo nelle Aree 

» Leggi di più

Dove Siamo

Contatti

PRISMA Studio 
Credito & Finanza Agevolata 
Via Partenio, 12 - Avellino

Mobile
(+39) 329 2251266

E-mail
segreteria@prismasas.com