Credito agevolato

FIN005 259x195

A seguito della crisi economica e dei nuovi parametri di valutazione del Rating , stabiliti con l’accordo tra le Banche Centrali Europee definito come “ Basilea 3 “ circa l’80 % delle PMI non presenta i necessari requisiti di Merito Creditizio  per accedere al 

» Leggi di più

Finanza Agevolata

FIN001

Le normative in materia di Finanza Agevolata per l’impresa, Comunitarie, Nazionali e Regionali sono molteplici e coprono tutti i settori di attività.

Finanziamenti Regionali

PON - PSR - Artigianato

 » Leggi di più

Marketing

MARKETING 259x195

Philip Kotler guru del management fornisce una definizione semplice ed esplicativa: "Il marketing consiste nell’individuazione e nel soddisfacimento dei bisogni umani e sociali
Oggi il termine marketing non

» Leggi di più

Consulenza Strategica

ConsulenzaStrategica 259x195

I Consulenti PRISMA Studio svolgono una attività di Analisi mirata ai principali elementi di valutazione :
Strategie di risanamento e sviluppo   (conseguire performance superiori)
Controllo Strategico e di

» Leggi di più

 

Regione Campania

PSR: Sostegno alla nuova adesione ai Regimi di Qualità

 

Obiettivo del Bando è incoraggiare e promuovere gli agricoltori singoli e associati a qualificare i propri prodotti e/o processi aderendo ai regimi di qualità certificata rientranti nei sistemi indicati dall'articolo 16 del Reg. (UE) 1305/2013.

Beneficiari

Agricoltori (intesi come agricoltori attivi) ed associazioni di agricoltori (intese come organismi che riuniscono operatori attivi).

Spese ammissibili

Spese sostenute dagli agricoltori beneficiari,

Tali spese riguardano i costi sostenuti solo a livello dei singoli produttori che partecipano per la prima volta ad uno o più dei regimi di qualità sovvenzionati :

  • costi di prima iscrizione e per il mantenimento nel sistema dei controlli;
  • costi delle analisi previste dal disciplinare di produzione e dal piano dei controlli dell'organismo di certificazione o dal piano di autocontrollo dell'associazione di agricoltori che è iscritta al sistema dei controlli.

I costi, di cui sopra, sono ammissibili per un periodo massimo di 5 anni consecutivi a partire dalla data di domanda di adesione al sistema di qualità per un massimo di € 3.000,00 annui

(fanno eccezione i costi di iscrizione, che sono ammessi solo per il primo anno).

Condizioni di ammissibilità

Essere agricoltore attivo sulla base dei criteri definiti a livello nazionale in applicazione dell'art. 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013, partecipare per la prima volta ai regimi di qualità delle produzioni certificate o ai sistemi di qualità. 

Non sono ammissibili le domande degli agricoltori che già partecipano al medesimo regime di qualità.

Scadenza Bando 30 Maggio 2018 - ore 16

 

 

IPER E SUPER AMMORTAMENTO  2018

 

Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

IPER-AMMORTAMENTO:

  • supervalutazione del 250% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing

SUPERAMMORTAMENTO:

  • supervalutazione del 130% degli investimenti in beni strumentali nuovi acquistati o in leasing.

  • Per chi beneficia dell’ iperammortamento possibilità di fruire anche di una supervalutazione del 140% per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT). 

IL BENEFICIO È CUMULABILE CON:

  • Nuova Sabatini
  • Credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo
  • Patent Box
  • Incentivi alla patrimonializzazione delle imprese (ACE)
  • Incentivi agli investimenti in Start up e PMI innovative
  • Fondo Centrale di Garanzia

BENEFICIARI

  • Tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa
  • comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI
  • con sede fiscale in Italia
  • incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero
  • indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

ACCESSO ALL'AGEVOLAZIONE

  • Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione
  • Si applica agli investimenti effettuati nel corso del 2018, con la possibilità di completare l’investimento entro il 31 dicembre 2019 se entro il 31 dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
  • Per il superammortamento, la data di completamento dell’investimento è il 30 giugno 2019 se entro il 31 dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
  • Per gli investimenti in iper-ammortamento superiori a 500.000 € per singolo bene è necessaria una perizia tecnica giurata da parte di un perito o ingegnere iscritti nei rispettivi albi professionali attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o all’allegato B della legge di Bilancio 2017.

 

 

Internazionalizzazione  Micro e PMI della Regione Campania

 

Il Bando emanato dalla Regione Campania a valere sull'Azione 3.4.2 del POR FESR 2014-2020 a favore delle Micro & PMI con sede legale / operativa in Campania finanzia programmi di Internazionalizzazione attraverso la concessione di agevolazioni nella forma di contributi in conto capitale.

L’agevolazione è concessa nella misura del 70% delle spese ammissibili, fino a un valore massimo di 

  • 150.000€ per la singola impresa o per un singolo raggruppamento d’imprese e fino a 
  • 500.000€ per l’intero programma di internazionalizzazione.

L’agevolazione è inoltre concessa ai sensi del regime “de minimis”.

Destinatari :

Micro & PMI, (inclusi i liberi professionisti):

a) in forma singola
b) in forma associata in Reti di imprese con personalità giuridica 
c) Reti di imprese senza personalità giuridica (Reti-contratto)
d) Consorzi o Società Consortili 

In caso di aggregazioni temporanee, ai fini dell’applicazione della priorità, è necessario che almeno i 2/3 dei partner operino nell’ambito dei settori strategici, come di seguito individuati.

Spese Ammissibili :

  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali
  • Incoming di operatori esteri presso la sede Campana dell’imprese
  • Incontri bilaterali tra operatori italiani e esteri
  • Workshop e seminari in Italia o all’estero;
  • Uso temporaneo (max 12 mesi) di uffici e/o sale espositive all’estero
  • Azioni di comunicazione
  • Supporto specialistico

I programmi di internazionalizzazione devono comunque avere una durata massima di 18 mesi.

Alla data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione, i richiedenti devono avere sede operativa destinataria dell’intervento in Campania (tale localizzazione deve risultare dalla visura camerale ovvero, nel caso dei liberi professionisti, dal luogo di esercizio dell’attività) e possedere gli ulteriori requisiti di ammissibilità indicati all'art. 5 del Decreto.

Possono accedere all’agevolazione in via prioritaria le micro, piccole e medie imprese che operano nei seguenti Settori :

  • Aerospaziale (settore spazio; settore difesa e sicurezza )
  • Beni culturali, Turismo, Edilizia sostenibile (Sistema dell’industria della cultura; Turismo; Costruzioni ed edilizia);
  • Biotecnologie, Salute, Agroalimentare (Settore farmaceutico; Settore dei dispositivi medici/biomedicale; Settore del pure biotech; Settore agroindustriale);
  • Energia e Ambiente (Settore produzione energia elettrica; Settore conversione e accumulo energia; Settore dispositivi per la misurazione e l’erogazione di energia elettrica )
  • Materiali avanzati e Nanotecnologie 
  • Trasporti di superficie e Logistica (Settore automotive; Settore delle costruzioni dei veicoli e dei sistemi di trasporto su rotaia; Logistica portuale e aeroportuale);
  • Tessile, Abbigliamento e Calzature 
L’erogazione dell’agevolazione può avvenire in massimo due tranches, secondo le modalità di seguito indicate:
  1. una eventuale anticipazione, da richiedersi entro e non oltre 90 giorni dalla data di ammissione a finanziamento e concessione dell’agevolazione, nella misura massima del 40% dell’agevolazione concessa, dietro presentazione di fidejussione bancaria o assicurativa a prima richiesta, a copertura dell’importo dell’anticipazione maggiorato del 10% a titolo di interessi e spese legali, con scadenza non inferiore a sei mesi oltre la data massima consentita per la presentazione della rendicontazione a saldo, oppure con rinnovo automatico che consenta di coprire tale periodo, fornita da imprese bancarie, imprese di assicurazione di cui alla L. n. 348/1982 o intermediari finanziari iscritti all'albo di cui all’art. 106 TUB che svolgano in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie (potrà essere utilizzato, in quanto compatibile, lo schema approvato dalla Circolare MISE n. 4075 del 05 febbraio 2014, adattandolo ove necessario);
  2. una erogazione a saldo, da richiedersi entro 30 giorni dalla data di conclusione del Programma di Internazionalizzazione, dietro presentazione della rendicontazione di spese effettivamente sostenute in misura non inferiore all’80% delle spese ammesse.

Domande esclusivamente in via Telematica.

L’ammissione all’agevolazione di cui al presente Avviso avviene sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Scadenza 

Apertura piattaforma web: 18 aprile 2018 

Presentazione domande: 18 maggio 2018

 

 

INTERVENTI AREE DI CRISI DI ACERRA, TERNI-NARNI E SAVONA

 

Attivati nelle aree di crisi di Savona, Terni-Narni e Acerra gli interventi per promuovere iniziative imprenditoriali finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

Per la concessione delle agevolazioni sono disponibili, a valere sulle risorse della legge n. 181/1989:

  • 20 milioni per l’area di crisi di Savona
  • 20 milioni per l’area di crisi di Terni-Narni
  • 6 milioni e 300 mila euro per l’area di crisi di Acerra

Ammissibili alle agevolazioni le iniziative che prevedano;

  • la realizzazione di programmi di investimento produttivo
  • e/o programmi di investimento per la tutela ambientale,
  • eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione,
  • con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro.

Le Agevolazioni sono concesse nella forma di :

  • contributo in conto impianti
  • dell’eventuale contributo diretto alla spesa
  • e del finanziamento agevolato
  • entro i limiti previsti dal regolamento UE n. 651/2014 (“Regolamento GBER”).                                                                                       

L’iter istruttorio prevede essenzialmente tre fasi:

  • verifica della sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni
  • per le sole Aree di Savona e Terni–Narni la definizione della graduatoria, sulla base delle griglie di valutazione definite nei rispettivi Avvisi;
  • valutazione delle domande, secondo l’ordine della graduatoria e fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Le domande per l’accesso alle agevolazioni potranno essere presentate all’Agenzia  Invitalia (Soggetto gestore) a partire dal

  • 15 giugno 2018 per l’area di crisi di Acerra 
  • nel periodo 2 luglio-17 settembre 2018 per le aree di crisi di Savona e di Terni-Narni

Avviso Acerra 

file:///C:/Users/PRISMA/Downloads/AvvisoAcerracircolare24aprile2018n186934.pdf

 

 

 Campania: Bando Imprese Artigiane 2018 

 

CAMPANIA: pubblicato l'avviso per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo per le Imprese Artigiane Campane, Misura “Artigianato Campano per la Valorizzazione del Territorio".

Finalità

  • promuovere l’artigianato tradizionale, ed in particolare l’artigianato artistico e religioso
  • favorire l’ammodernamento e l’innovazione
  • sostenere forme di aggregazione tra le imprese artigiane
  • favorire gli interventi per potenziare l’identificabilità e la tracciabilità delle lavorazioni artigiane

Beneficiari

  • Micro, Piccole e Medie Imprese Artigiane (MPMI) annotate nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese istituita presso una delle CCIAA presenti sul territorio regionale 
  • Aggregazioni di imprese oltre che di Consorzi o Società Consortili di imprese,
  • Reti di Micro, di Piccole e Medie Imprese artigiane (MPMI), che intendano realizzare un progetto di rete con almeno 2 imprese artigiane presenti.

Il bando prevede tre linee di intervento:

  • 1. LINEA A: 
    Promozione e valorizzazione di imprese Artigiane artistiche e religiose, mediante l'ammodernamento e la diversificazione per le imprese tipiche di qualità legate alla creatività ed all'arte (dotazione finanziaria da 14 milioni);
  • 2. LINEA B:
    Innovazione delle imprese Artigiane, mediante il finanziamento di interventi diretti all'impiego di nuovi modelli di produzione e di business che utilizzino processi di digitalizzazione, nuovi beni strumentali, e sistemi di progettazione computerizzata (dotazione finanziaria da 7 milioni);
  • 3. LINEA C: 
    Sviluppo di nuove tecnologie nella fruizione dei servizi delle imprese Artigiane (dotazione finanziaria da 7 milioni).

Le agevolazioni sono concesse tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 200.000,00 a copertura del 100% dell’investimento nella forma di:

  1. Contributo in conto capitale pari al 40% dell’investimento ammesso;
  2. Finanziamento a tasso agevolato 
    pari al 60% dell’investimento ammesso 
    della durata di 7 anni, 
    rate trimestrali, 
    tasso 0,50% 
    assistito da garanzie reali e/o personali

Spese ammissibili:

  • OPERE MURARIE ED ASSIMILATE 
    solo per le Linee di intervento A e B 
    (in misura non superiore al 20% dell’investimento complessivo): 
    relative alla:
    ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento della sede operativa (sale/spazi espositivi per la vendita diretta e/o l’esposizione di prodotti) e all'installazione di impianti, macchinari ed attrezzature strettamente necessari e funzionali allo svolgimento dell'attività di impresa;
  • BENI MATERIALI NUOVI DI FABBRICA: 
    impianti (generici e specifici); macchinari; 
    attrezzature; 
    mobili e arredi; 
    mezzi e attrezzature di trasporto strettamente necessari e funzionali allo svolgimento dell'attività;
  • BENI IMMATERIALI:
    programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della telecomunicazione (TIC) connessi alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa; siti web; realizzazione di show rooms virtuali; brevetti, banche dati, know how e licenze d'uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto; acquisizione di marchi comunitari (DOP, lGP, etc.); acquisizione di certificazioni di qualità, di prodotto, di sicurezza, di sostenibilità ambientale e di responsabilità di impresa;
  • SERVIZI E CONSULENZE SPECIALISTICHE: 
    incluse le spese relative al design, all’estetica ed allo stile dei prodotti;
    alla progettazione dei prototipi, alle prove di laboratorio, al marketing e alla comunicazione;
    - nella misura del 20% dell’investimento complessivo per le Linee di intervento A e B;
    - nella misura del 60% dell’investimento complessivo per la sola Linea di intervento C.

Il Bando ha una dotazione di 28 milioni di euro

Le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 10:00 del giorno 25/05/2018 e fino al 25/06/2018.

 

Mission

La nostra Mission si esprime in un concetto semplice: Supportare le fasi di crescita della Vostra Azienda

Nell’era della Globalizzazione la spietata competizione dei mercati Asiatici ed Internazionali non consente alle PMI, in particolar modo nelle Aree 

» Leggi di più

Dove Siamo

Contatti

PRISMA Studio 
Credito & Finanza Agevolata 
Via Partenio, 12 - Avellino

Mobile
(+39) 329 2251266

E-mail
segreteria@prismasas.com